La Calendula cicatrizza e lenisce

Diffusa in tutta Italia e in Europa, la calendula è originaria delle zone calde dei paesi mediterranei.

I naturalisti dell’antica Roma la chiamavano sponsa solis, sposa del sole. I suoi fiori sprigionano una fragranza che può ricordare il burro di montagna. In Svizzera e Austria con i petali si prepara un gustoso companatico, mescolando il burro freschissimo ammorbidito e aneto tritato. Si preparano delle palline per accompagnare pane integrale, patate lesse o arrosti.

Nella medicina popolare è nota come pianta officinale di grande valore. La calendula porta chiarezza nelle situazioni di caos e facilita la ricomposizione dei tessuti.

Efficace ad esempio,

  • nelle ferite e ulcere che fanno fatica a guarire
  • negli spasmi del tratto gastrointestinale
  • nelle mucose infiammate da agenti esterni, batteri e funghi

 

Per uso interno, si preparano infusi con i petali, l’estratto alcolico e il suo succo, mentre la pomata alla calendula e l’oleolito servono ad applicazioni locali, frizioni e impacchi.

Tratto da Barbanera

 

Leggi anche:

L’ortica depura l’organismo

Sistema immunitario e allergie

Obesità e rischio di malattie

 


About Alimentazione Benessere 503 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*