Utli consigli della nonna

Qualche suggerimento utile e pratico per lavare e profumare gli indumenti
Per profumare l’interno degli armadi:
  • Aprire ogni tanto, soprattutto durante la stagione calda, le ante degli armadi, per evitare che  l’interno degli armadi, ristagnino gli odori.
  • Chiudere in un tovagliolo di carta, dopo avervi praticato dei forellini, un’arancia o un limone (non trattati) sui quali siano stati conficcati chiodi di garofano.

Per recuperare delle lenzuola di cotone ingiallite la nonna conosce un segreto :

  • Mettere in lavatrice con il bucato un sacchetto di tela bianca contenente alcuni gusci d’uovo triturati, oltre al normale detersivo. Il risultato sarà un bianco che più bianco non si può.

Per lo sporco resistente su colli e polsini ecco come fare:

  • Si passa più volte un pezzetto di gesso bianco sulla linea unta fino a che non scompaia e lo sporco non sia completamente assorbito.
  • Si taglia un limone a metà, si passa bene sui punti sporchi e si lascai l’indumento in ammollo per circa un’ora, quindi si lava.

Per proteggere gli indumenti di lana dalle tarme:

  • Preparare tanti sacchetti contenenti pepe, alloro, chiodi di garofano o lavanda e distribuirli nei cassetti e negli armadi. Si possono anche sistemare tra i vari capi bucce d’arancio disseccato.

Per proteggere coperte e piumoni:

  • Disporre tra le loro pieghe al momento di riporli foglie di alloro secche.

Tratto da Come Faceva Nonna di Grazia Valci L’Airone Editore

 

Leggi anche:

Come combattere i cattivi odori in cucina

Segreti per capelli bellissimi

La ricetta magica della longevità

 


About Alimentazione Benessere 501 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*