Coloranti e Conservanti gli effetti nocivi

I Coloranti vanno da E100 fino a E199. Uno dei coloranti alimentari più diffusi, è la tartrazina E102, viene aggiunta a molti cibi confezionati,

dolci, bibite, sciroppi, conserve vegetali, fiocchi di patate.

Può essere (soprattutto nei bambini) causa di attacchi di asma di disturbi allergici.

L’Eritosina E 127,contenuta nelle caramelle, biscotti, frutta sciroppata, gelati, ghiaccioli, può causare se assunta in alte dosi problemi alla tiroide.

Il Caramello E150 , contenuto, in liquori, bibite tipo cola, pasticceria in genere, non è un colorante naturale, ma vengono unite sostanze chimiche (ammoniaca e acido solforico) allo zucchero caldo.

Le persone che soffrono di disturbi allergici, dovrebbero non consumare cibi contenenti coloranti artificiali.

  • I Conservanti  da E 200 a E299

I conservanti sono additivi utilizzati per evitare o ritardare l’alterazione dei cibi, controllando la crescita di microrganismi, usati all’interno del prodotto e/o in superficie.

In questa categoria troviamo, gli antimicrobici, e gli antiossidanti.

I conservanti come il Benzoato di sodio, E211 e i Solfiti, (Bisolfito di sodio, E222, Metasolfito di sodioE223, Solfito di calcio E226, ecc) i Nitrati e i Nitriti, possano causare reazioni allergiche, in soggetti predisposti.

Acido benzoico E210, contenuto in bevande a base di frutta e conserve ittiche, è un antimuffa, che presenta un rischio per la salute solo se ingerito in forti dosi.

Anidride Solforosa E220,contenuta in gamberi, baccalà ,frutta secca, funghi, vini, marmellate ecc, può causare la perdita di calcio ed irritazioni intestinali.

Solfito di sodioE221, contenuto in farine, fiocchi di patate, aceto, succhi di frutta, crostacei freschi o congelati, ecc, può causare mal di testa, respirazione faticosa, debolezza.

Difenile E230, utilizzato per impregnare la superficie di agrumi e banane, e le cartine che li contengono, contaminandone il frutto, penetrando facilmente attraverso la buccia.

Le cartine degli agrumi e gli agrumi,vengono trattati anche con ortofenilfenolo E 2312, Ortofenilfenato di sodio E232 eTiabendazolo E233.


Nitrito di potassio E249, Nitrito di Sodio E250, Nitrato di sodio E251, Nitrato di potassio E252, contenuti  in insaccati crudi e stagionati, carni in scatola, sono potenzialmente pericolosi, perché possono nell’apparato digerente, trasformarsi in nitrosamine, sostanze a grande potenzialità cancerogena.


Per proteggerci, dobbiamo controllare sempre di più cosa acquistiamo, lasciando sugli scaffali cibi con una  lunga e incomprensibile lista di ingredienti, perché sicuramente sono additivi.

Bisogna cercare di acquistare e mangiare cibi integri e naturali evitando cibi troppo lavorati, troppo colorati e inscatolati.

Tratto da Prevenire i Tumori mangiando con gusto di Anna Villarini e Giovanni Allegro Sperling & Kupfen Editori


Leggi anche

Perdere peso aumentando il metabolismo

I rischi della carne rossa

Il mirtillo salutare per le vie urinarie




About Alimentazione Benessere 501 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*