Il limone prezioso per la salute

Il limone è un vero e proprio “farmaco” della tradizione popolare.

La pianta del limone, cresce in tutto il bacino del Mediterraneo, dall’Italia alla Spagna, dal Portogallo ad Israele.

La grande richiesta di questo agrume da altri paesi, ha messo in moto un meccanismo di conservazione poco raccomandabile per la salute dell’uomo.

Il “difenile” purtroppo, è solo uno delle sostanze chimiche utilizzate per la conservazione del limone e degli agrumi in genere.

Molto importante è acquistare sempre limoni freschi e che non abbiano un cattivo odore ad annusarli, in soprattutto quando se ne vuole utilizzare la buccia per fare ad esempio dei dolci o un semplice “canarino” come digestivo molto efficace.

  • Mettere la scorza solo gialla, in poca acqua molto bollente, far sobbollire per qualche secondo e poi premere con il cucchiaino la scorza e bere il liquido giallo molto caldo, mangiando le bucce.

Per lungo tempo il limone è stato prezioso per i marinai, per combattere lo “scorbuto”, malattia che sulle navi era molto comune per mancanza di alimenti freschi e quindi carenti di vitamine e soprattutto di vitamina C.

 

Il limone contiene:

  • Sali minerali e oligo-elementi, come ferro, silice, calcio, rame e manganese e vitamine soprattutto del gruppo B, la B1, B2, B3, molto importanti per l’equilibrio nervoso.
  • Il carotene (provitamina A) importante nel mantenimento della giovinezza dei tessuti.
  • Vitamina C, (40,50 mg. per 100 gr. di frutto fresco) influisce sulle ghiandole endocrine.

 

Vero e proprio farmaco, il limone dà numerosi vantaggi per la salute:

  • Battericida, antisettico
  • Fluidificante del sangue
  • Stimolatore delle secrezioni gastroepatiche e pancreatiche
  • Antiacido
  • Astringente
  • Ipotensivo
  • Rimineralizzante
  • Depurativo e disinfettante intestinale

 

Nel suo libro Cura delle malattie con le essenze delle piante, Jean Valnet, insigne erborista e naturopata francese, del limone dice:

  • Il succo del limone può essere utilizzato per disinfettare un’acqua sospetta, (il succo di un limone per 1 litro d’acqua).
  • Contro i raffreddori di testa, sinusiti, alcune gocce di succo nelle narici più volte al giorno
  • Contro la pesantezza epatica, versare la sera dell’acqua bollente 3 limoni( non trattati) tagliati e bere a digiuno il giorno dopo.
  • Come vermifugo, schiacciare la scorza, la polpa e i semi di un limone, fare macerare per 2 ore in acqua con miele, passare spremendo bene e bere prima di coricarsi.

 

*Il limone oltre ad avere un’azione equilibratrice sul metabolismo, è rinfrescante, diuretico, vitaminizzante, astringente, digestivo.

L’assunzione a digiuno del succo di limone ha azione depurativa su tutto l’organismo ed è consigliato per:

  • Nausee
  • Reumatismi
  • Inappetenza
  • Bronchiti
  • Digestioni difficili
  • Diarrea

Un periodo di cura con il succo di limone avranno una benefica azione purificatrice del sangue.

*Consigli tratti da Erbe buone per la salute Ed. Giunti Demetra

La lista potrebbe andare ancora avanti, sono tante le cose che si possono fare con il limone, anche per la bellezza, come sbiancante dei denti e per ridurre il tartaro, per fermare le emorragie gengivali, ma anche come tonico per il viso, per rendere lucidi e morbidi i capelli o come detersivo per pulire varie superfici e tanto altro ancora.

 

Il consiglio è di tenere sempre in casa 2 o 3 limoni freschi e non trattati, per poterli utilizzare in tanti modi diversi.

Il limone è veramente prezioso per la nostra salute.  

  

Leggi anche:

Pollo agli agumi e cipolline

La tisana contro la cellulite

Metabolismo e aumento di peso

 

About Alimentazione Benessere 501 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*