L’Echinacea immunostimolante naturale

L’Echinacea principalmente impiegata a scopo di prevenzione contro virus influenzali e batteri delle prime vie respiratorie.


L’Echinacea ha la facoltà di ostacolare la penetrazione e la diffusione dei virus e batteri in tutto l’organismo.

Immunostimolante naturale l’Echinacea , si oppone alle aggressioni di agenti esterni indesiderati agendo come difesa immunitaria di grande efficacia.

Si distinguono i polisaccaridi che proteggono le cellule dalle aggressioni virali, gli alcamidi che hanno proprietà antibatteriche  e antimicotiche e altri componenti dagli effetti antinfiammatori.

La prova dell’attività immunostimolante dell’Echinacea, di fronte alle diverse affezioni dovute alla debolezza o a deficienza immunitaria, è stata fornita da numerosi studi clinici. Le ricerche hanno dimostrato essenzialmente gli effetti dell’Echinacea nella cura del raffreddore ordinario e di quello con disturbi respiratori cronici.

Assolutamente senza tossicità e senza effetti secondari, l’Echinacea è una pianta preziosa da assumere per periodi da 1 a 3 mesi all’inizio di ogni inverno per premunirsi contro le infezioni ripetute.

Può anche essere utilizzata come prevenzione quando l’organismo è sottoposto a stress e a condizioni di affaticamento fisico o emotivo che deprime il sistema immunitario.

Utile abbinata alla Propoli come immunostimolante e in caso di erpes.

Tratto da Il prontuario di Fitoterapia Edizioni Alpen


Leggi anche:

La propoli utile alla api preziosa per l’uomo

La salute proviene anche da un’intestino pulito

I più comini errori nell’alimentazione



About Alimentazione Benessere 501 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*