Attenzione alla contaminazione dei cibi

La contaminazione dei cibi di origine animale può avvenire:

  • Per contatto del cibo con superfici sporche,
  • Per manipolazione con mani non pulite a sufficienza, taglieri piani di cucina ecc.
  • Per una conservazione non idonea in frigoriferi contaminati o con temperature non corrette.

La velocità di riproduzione microbica è molto alta è influenzata, dalla temperatura di conservazione, dal grado di umidità e di acidità,  dalla presenza o l’assenza di ossigeno.

Ad esempio la refrigerazione degli alimenti inibisce notevolmente la proliferazione dei microrganismi, ma non si  distruggono i germi eventualmente già presenti nell’alimento.

Le temperature molto basse, 75° e oltre, distruggono molte specie batteriche.

Il sale è un ottimo conservante, aggiunto in quantità elevate agli alimenti, lo disidratano, rendendo impossibile la riproduzione microbica.

Questo tipo di conservazione è stata usata dalle popolazioni di tutto il mondo, per poter trasportare gli alimenti, come scorta nei periodi di carenza, ad esempio la carne veniva messa sotto sale ed essiccata.

Nelle popolazioni nordiche il pesce viene ancora oggi essiccato, affumicato e conservato per tanto tempo.

Per prevenire la proliferazione batterica, si dovrebbe:

  • Lavare frequentemente la mani, soprattutto dopo aver maneggiato carni, pesci crudi e vegetali terrosi.
  • Lavare bene il guscio delle uova crude prima di utilizzarle e comunque lavare le mani prima di toccare altri alimenti.
  • Lavare molto bene la frutta e lasciare ammollo la verdura con molta terra, con un cucchiaino di bicarbonato per 30 minuti.
  • Lavare periodicamente il frigorifero con bicarbonato e aceto, evitando detersivi schiumosi e soprattutto profumati
  • Utilizzare taglieri e utensili differenti per cibi crudi e cibi cotti, lavandolo dopo l’uso possibilmente con limone, aceto o bicarbonato.
  • Non consumare cibi oltre la data di scadenza.
  • Acquistare il cibo in piccole quantità e consumarlo in pochissimi giorni, o surgelaro.
  • Gl ialimenti liquidi, conservarli nel frigorifero in contenitori di vetro e consumerli entro il giorno successivo.
  • Riporre gli avanzi dei cibi sempre in contenitori chiusi, possibilmente di vetro.

 Con qualche semplice precauzione e applicando delle semplici regole igieniche, è possibile prevenire la contaminazione degli alimenti, causa spesso di intossicazioni alimentari.

 

 

Leggi anche:

I più comuni errori nell’alimentazione

 La salute è nelle nostre mani

La ricetta di oggi :Gamberi dal sapore “magico”!

 

Alcune informazione sono state tratte da: Allergie e intolleranze alimentari Ed. Giunti

 

 

About Alimentazione Benessere 502 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*