Cosa respiriamo nelle nostre case?

La casa dovrebbe essere il luogo più sicuro in cui rifugiarsi, ma non sempre le nostre case si possono considerare realmente sicure. Sono numerose le sostanze rilasciate da

 

prodotti, oggetti e arredi in una casa, fattori responsabili dell’inquinamento degli ambienti domestici e di allergie quali:

  • Vernici
  • Materiale plastico tipo PVC, ABS
  • Prodotti per il trattamento del legno
  • Formaldeide
  • Polistirolo
  • Solventi
  • Prodotti per la pulizia della casa
  • Deodoranti per ambienti
  • Detersivi e Ammorbidenti
  • Prodotti per l’igiene del corpo
  • Prodotti per gli insetti
  • Prodotti per le piante
  • ………………………………………………………

L’elenco potrebbe essere ancora lungo, ma fermiamoci  per analizzare nel dettaglio, alcuni dei prodotti più usati:

Prodotti di pulizia della casa:

  • Spray, quasi tutti contengono gli idrocarburi come il butano e aromi artificiali.
  • Prodotti con cloro, utilizzati per la disinfezione e la pulitura a secco
  • Prodotti per sgorgare i tubi a base di suda caustica, non tollerata dagli asmatici
  • Prodotti per la detersione dei pavimenti, contenenti inoltre oli essenziali chimici e aromi artificiali,
  • di difficile smaltimento si possono accumulare lungo la catena alimentare, si ritrovano ad esempio
  • nel latte umano, nel tessuto adiposo, nel grasso dei pesci.
  • Deodoranti per wc e ambienti, contengono pesticidi e hanno profumazioni molto fastidiose  ed irritanti.
  • Detergenti per lavastoviglie, contengono una gran quantità di fosfati alcalini, come la soda e silicati.
  • Prodotti anticalcare, contengono acidi aminici, i cui vapori sono irritanti per le mucose, l’epidermide e possono risultare tossici per i reni.

Tutte queste sostanze possono indurre  in soggetti allergici problemi di vario tipo, ma anche i non allergici, possono avere sintomi, spesso trascurati in quanto confusi con normali episodi  come, nausea, mal di testa, irritabilità, lacrimazione, tosse, non attribuiti all’utilizzo di queste sostanze, se non in fase acuta, dopo verifica con analisi allergologiche.

Molte di queste sostanze, potrebbero tranquillamente essere sostituite con prodotti naturali ed efficaci, quali il bicarbonato, l’aceto, gli acidi della frutta,  ma di questo parleremo in uno dei prossimi articoli.

Dobbiamo prestare più attenzione a ciò che compriamo e utilizziamo e adottare qualche precauzione:

-Leggere attentamente l’etichette, ed attenersi  scrupolosamente alle indicazioni riportate.

-Usare sempre i guanti e quando occorre una mascherina.

-Tenere i contenitori lontanissimi dai bambini e anche  da noi, mettendoli  in cantina, sul terrazzo, possibilmente non in casa.

-Quando si utilizzano, farlo sempre con le finestre aperte o almeno arieggiare dopo l’uso la stanza.

A voi comunque spetta la decisione, su quali prodotti siano veramente indispensabili o quali di questi potreste farne a meno.

 

 

Leggi anche:

E’ urgente il ritorno alla natura

 L’importanza dell’acqua pura

 Attenzione alla contaminazione dei cibi

 

Alcune informazioni sono state tratte da Allergie alimentari e ambientali di Anne Calatin Ed. Giunti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Alimentazione Benessere 502 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*