Il Mirtillo salutare per le vie urinarie

Gli antiossidanti presenti nella polpa in grande quantità e un basso  contenuto di zuccheri,  fanno del mirtillo un alimento utile per migliorare  la salute.

Il colore dei mirtilli, è dato da una sostanza preziosissima, la proantocianidine, capace di rendere reversibili alcuni fenomeni legati all’invecchiamento, come:

  • il miglioramento della memoria
  • dell’apprendimento
  • del movimento, che diventa più rapido e coordinato

Le sostanze contenute nei mirtilli hanno la capacità di proteggere le cellule dallo stress ossidativo, provocato dai radicali liberi.

Nel mirtillo, ha un alto contenuto di vitamina A, C, E, quercitina e composti fenolici, che grazie al loro consumo, sono in grado di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Il mirtillo di palude,  il cranberry, contiene il epigallocatechina, un flavonoide che interviene nelle infezioni, particolarmente quelle della escherichia choli e delle vie urinarie.

In queste patologie è consigliata l’assunzione del frutto, poiché il succo ricco di zuccheri, andrebbe ad alimentare ulteriormente  la crescita dei batteri intestinali, atti a provocare le infezioni urinarie.

Il mannosio, contenuto nel cranberry, è in grado di aderire ai recettori presenti sulla superficie della mucosa vescicale, impedendo l’adesione dei batteri, che verranno poi smaltiti con le urine.

Come affermato dal Dott. Massimo Pandiani urologo di fama internazionale.

Indicazioni terapeutiche del mirtillo:

  • disturbi intestinali
  • insufficienza biliare
  • tendenza alle emorragie per fragilità capillare
  • disturbi circolatori
  • disturbi del fegato
  • mestruazioni troppo abbondanti e dolorose
  • problemi di concentrazione e memoria
  • couperose
  • congiuntiviti
  • problemi di vista notturna
  • problemi di capillari e varici

Inoltre il mirtillo ha un potere battericida, grazie alla mirtillina, sostanza colorante.

Oltre all’azione antiputrefattiva, e disinfettante dell’intestino e delle vie urinarie, il mirtillo contiene vitamina A e flavonoidi in grande quantità, utili a favorire la rigenerazione dei rivestimenti interni ed esterni del corpo, per mantiene l’integrità delle pareti dei vasi sanguigni; è utile quindi per tutti gli organi vascolarizzati come la retina.

Il mirtillo, valido aiuto per molte patologie, è oggi preso in considerazione da grandi catene alimentari Americane, per la riconosciuta capacità di prevenire le amine, sostanze cancerogene prodotte dalla cottura di carni ad alta temperatura, come griglia e barbecue; è stato studiato infatti un nuovo hamburger con carne addizionata con i  mirtilli.

Questo ci deve far riflettere al lungo sulla qualità di certi cibi e trovare la strada della conoscenza per cambiare consapevolmente il nostro attuale modo di mangiare.

Alcune indicazioni sono state tratte da: Il cibo cura Ed. Demetra

About Alimentazione Benessere 502 Articoli
Il Progetto di Educazione Alimentare e Benessere del sito www.alimentazione-benesesere.it, ha lo scopo di sensibilizzazione e divulgazione dei principi generali di una corretta alimentazione e del benessere psico-fisico, con l’unico obiettivo di condivisione e non quello di lucro; ci avvaliamo di testi di eminenti autorità in campo dell’alimentazione e del benessere, citandone sempre l’autore in fondo all’articolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*